I Testi delle grandi traduzioni dautore

 

Nanni Svampa traduce Georges Brassens

 

PAGINA 2

 

 

* Lera on bell fior

* Lerba matta

* La Ginetta

* La mia Ganza

* Madnna varda gi

* Mi sont on Malnatt

*Tromboni de la Pubblicit

 

 

 

 

Testi

 

 

 

 

 

 

L'era on bell fior

(Une jolie fleur)

 

M nhoo mai vist come m, cara gent

foeura de matt per ona bella tosa

ma ghhoo de d che hoo perduu i sentiment

a vardagh trpp i tett in la camisa

 

Rit.:

L'era on bell fior in d'ona pell de vacca

l'era ona vacca e la pareva on fior

ona sanguetta che quand la se tacca

la te strepenna e la te strascia el coeur

 

El ciel el ghaveva daa tanti rbb

de brus i man appenna vun i e tocca

ghe nera insc che m savevi n

savevi p indove and a poggi la bocca

 

L'era on bell fior ......

 

On coo de ratt senza sentiment

senza cervell e nanca spiritosa

ma per pod f l'amor basta nient

gh' n bisgn de f studi ona tosa

 

L'era on bell fior ......

 

On d l' andada e la mha pientaa ch

el coeur consciaa de f quasi verggna

tucc i dectt che m' toccaa sorb

hinn n staa bon de famm pass sta rgna

 

L'era on bell fior ......

 

Gh'hoo tiraa adree tanti maledizon

ma adess ormai l'hoo bell e perdonada

anca se la m'ha lassaa sto pover coeur

consciaa e sbattuu come ona ressumada

 

L'era on bell fior ......

 

 

Era un bel fiore

 

 

Non ne ho mai visti come me, cara gente,

impazziti per una bella ragazza

ma devo dire che ho perso i sentimenti

a guardarle troppo il seno sotto la camicetta.

 

Rit.:

Era un bel fiore in una pelle di vacca

era una vacca e sembrava un fiore

una sanguisuga che quando ti si attacca

ti strapazza e ti straccia il cuore.

 

Il cielo le aveva dato tante cose

da bruciare le mani appena uno le tocca

c'era talmente tanta roba che non sapevo

non sapevo pi dove appoggiare la bocca.

 

Era un bel fiore ......

 

Una testa di topo senza senno

senza cervello e nemmeno spiritosa

ma per poter far l'amore basta niente

non c' bisogno di far studiare una ragazza.

 

Era un bel fiore ......

 

Un giorno se ne andata a mi ha piantato

col cuore mal ridotto da far quasi vergogna

tutti i decotti che ho dovuto sorbire

non sono riusciti a farmi passare questa rogna.

 

Era un bel fiore ......

 

Le ho mandato tante maledizioni

ma adesso oramai l'ho perdonata

anche se mi ha lasciato questo povero cuore

conciato e ridotto come un uovo sbattuto.

 

Era un bel fiore ......

 

 

 

 

L'Erba matta

(La mauvaise herbe)

 

On d de gloria l'era rivaa

quand tucc i alter eren partii

m, dom m, hoo conossuu

el disonor de rest ch!

 

M sont m l'erba matta

brava gent, brava gent

l' inutil mettom l'oli

per condimm in insalata

La mrt l'ha ciappaa i alter

brava gnt, brava gent

la m'ha faa grazia a mi

l minga giusta, ma l' insci

Tra la la la la la la la

Tra la la la la la la lara

M voraria savl perch

ve d fastidi vedemm in p

M voraria savl perch

ve d fastidi vedemm in p.

 

I donn hinn faa 'm disen lor,

per st settaa e spett l'amor

mi gh'hoo on donnin che spetta n

l' in via Verzee che la va su e gi

 

M sont m l'erba matta

brava gent, brava gent

l' inutil mettom l'oli

per condimm in insalata

Lee la se vend ai alter

brava gent, brava gent

la se regala a m

L' minga giusta ma l' insc

Tra la la la la la la la

Tra la la la la la la lara

M me par n che per f l'amor

ghe voeura i vergin e i mazz de fior

M me par n che per f l'amor

ghe voeura i vergin e i mazz de fir.

 

I men vann in gir per el mond

semper insemma come i cavron

m inveci n, stoo in de per m

mangi de grassa anca 'l venerd.

 

M sont m l'erba matta

brava gent, brava gent

l' inutil mettom l'oli

per condimm in insalata

m sont me l'erba matta

brava gent, brava gent

e cressi in libert

adree ai panchett e in mezz ai praa

Tra la la la la la la la

Tra la la la la la la lara

Me piasaria sav el perch

vorii schisciamm stt ai vster p

Me piasaria sav el perch

vorii schisciamm stt ai vster p.

 

 

 

La Gramigna

 

 

Un giorno di gloria era arrivato

quando tutti gli altri erano partiti

io, solo io, ho conosciuto

il disonore di restar qui

 

Io sono come la gramigna

brava gente brava gente

inutile mettermi l'olio

per condirmi in insalata

La morte ha preso gli altri

brava gente brava gente

ha fatto grazia a me

non giusto ma cos

Tra la la la la la la la

tra la la la la la la lara

e io vorrei sapere perch

vi d fastidio vedermi in piedi.

e io vorrei sapere perch

vi d fastidio vedermi in piedi.

 

Le donne sono fatte, dicono loro,

per restare sedute ad aspettare l'amore

io ho una donnina che non aspetta

in via Verziere che va su e gi.

 

lo sono come la gramigna

brava gente brava gente

inutile mettermi l'olio

per condirmi in insalata

Lei si vende agli altri

brava gente brava gente

si regala a me

non giusto ma cos

Tra la la la la la la la

tra la la la la la la lara

a me non sembra che per fare l'amore

ci vogliano le vergini e i mazzi di fiori.

a me non sembra che per fare l'amore

ci vogliano le vergini e i mazzi di fiori.

 

Gli uomini vanno per il mondo

sempre insieme come caproni

io invece no, sto da solo

mangio di grasso anche il venerd.

 

lo sono come la gramigna

brava gente brava gente

inutile mettermi l'olio

per condirmi in insalata

io sono come la gramigna

brava gente brava gente

e cresco in libert

intorno alle panchine e in mezzo ai prati

Tra la la la la la la la

tra la la la la la la lara

Mi piacerebbe sapere perch

volete schiacciarmi sotto i vostri piedi.

Mi piacerebbe sapere perch

volete schiacciarmi sotto i vostri piedi.

 

 

La Ginetta

(Marinette)

 

Quand sont andaa a cantagh la mia canzon a la Ginetta

sta brutta cargnetta l'era andada al variet:

sont restaa l me on bamba col coeur in man, oh mamma!

sont restaa l me on bamba col coeur in man.

 

Quand sont andaa a portagh la mia mostarda a la Ginetta

sta brutta cargnetta l'era adree a bev el caff;

sont restaa l me on bamba m e'l pestonin, oh mamma!

sont restaa l me on bamba m e'l pestonin.

 

Quand sont andaa a compragh la bici sprt a la Ginetta

l'hoo vista tutta netta pass via con la ses'cent

sont restaa l 'me on bamba m e'l campanell, oh mamma!

sont restaa l me on bamba m e'l campanell.

 

Quand sont andaa intappaa al primm pontell con la Ginetta

l'hoo vista in d'on porton a limon cont on malnatt

sont restaa l me on bamba a cunt i violett, oh mamma!

sont restaa l me on bamba a cunt i violett.

 

Quand sont partii decis e hoo ditt: ghe spari a la Ginetta

sta brutta cargnetta l'era mrta in d'on sorpass:

sont restaa l me on bamba a vard el grillett, oh mamma!

sont restaa l me on bamba a vard el grillett.

 

Quand sont andaa tutt negher a mett via la mia Ginetta

m'han ditt che l'era giam resuscitada e l'era al mar:

sont restaa l me on bamba m e'l mazz de fior, oh mamma!

sont restaa l me on bamba m el mazz de fior.

 

 

La Ginetta

 

 

Quando sono andato a cantare la mia canzone alla Ginetta

Sta brutta carognetta era andata al variet:

sono rimasto l come un cretino col cuore in mano, oh mamma

sono rimasto l come un cretino col cuore in mano.

 

Quando sono andato a portare la mia mostarda alla Ginetta

'sta brutta carognetta stava bevendo il caff:

sono rimasto l come un cretino col mio vasetto, oh mamma,

sono rimasto l come un cretino col mio vasetto.

 

Quando sono andato a comperare la bicicletta sport per la Ginetta

l'ho vista tutta linda passar via con la seicento:

sono rimasto l come un cretino col mio campanello, oh mamma

sono rimasto l come un cretino col mio campanello.

 

Quando sono andato tutto elegante al primo appuntamento con la Ginetta

l'ho vista in un portone a pomiciare con un ganzo

sono rimasto l come un cretino a contare le violette, oh mamma

sono rimasto l come un cretino a contare le violette.

 

Quando sono partito deciso e ho detto: ci sparo alla Ginetta

Sta brutta carognetta era morta in un sorpasso:

sono rimasto l come un cretino a guardare il grilletto, ohmamma

sono rimasto l come un cretino a guardare il grilletto.

 

Quando sono andato tutto triste a seppellire la mia Ginetta

m'hanno detto che era gi resuscitata ed era al mare:

sono rimasto l come un cretino col mio mazzo di fiori, oh mamma

sono rimasto l come un cretino col mio mazzo di fiori.

 

 

 

La mia ganza

 

Ghhoo nient alter de faa

Che spettaa on beccamrt

Ghhoo p nagtt de d,

Pdi piang la mia srt

 

Troo via el coo, me disperi

Perch ier marted

Hoo trovaa la mia ganza

Amm insemma al marii

 

V in malora

Traditora

 

Mi credevi che lee

La pensass dom a m

Me pareva de vess

Pussee bell del marii

 

Mentre invece el m mond

Tutt a on btt l crollaa

Quand hoo vist la mia ganza

In di brasc de quell l

 

V in malora

Traditora

 

Troeuvi n lespression

Ghhoo on bell pari a cercaa

Troeuvi minga i parll

Per podella insult

 

Per fa i crni al s mm

Lha scern el s marii

Se p minga pensala

Pussee grssa de insc

 

V in malora

Traditora

 

Dove hoo miss i m oeucc

hoo perduu el sentiment

me se fa a accrgess n

che giam da on quaj temp

 

Quand che la me basava

la se tegniva su

e che i ultim fioeu

me somigliaven p

 

V in malora

Traditora

 

E per mej pientamm gi

Sti du corni in del coeur

Rafinada mel diavol

La va adree a toeuvem in gir

 

Quand la dis ai m amis

de st quiett tant se ved

Chel pussee becch di duu

l n quell che se cred

 

V in malora

Traditora

 

Insc adess st voncioni

me vlten i ciapp

e hinn adree per rifaa

el matrimoni de capp

 

Limmoral la mia ganza

Insc brava in del lett

La se mett a scambiaa

Vun con lalter i becch.

 

V in malora

Traditora

 

 

 

 

La mia ganza

 

Non ho nientaltro da fare

che aspettare un beccamorto

Non ho pi niente da dire:

Posso piangere la mia sorte

 

Sbatto la testa, mi dispero

Perch ieri, marted

Ho trovato la mia ganza

Di nuovo insieme al marito

 

V in malora

Traditrice

 

Io credevo che lei

Pensasse solo a me

Mi sembrava dessere

Pi bello del marito

 

Mentre invece il mio mondo

Tutto in un botto crollato

Quando ho visto la mia ganza

Nelle braccia di quello l

 

V in malora

Traditrice

 

Non trovo lespressione

Ho un bel daffare a cercare!

Non trovo le parole

Per poterla insultare

 

Per fare le corna al suo uomo

Ha scelto suo marito

Non si pu mica pensarla

Pi grossa di cos

 

V in malora

Traditrice

 

Dove ho posato i miei occhi

Ho perduto i sentimenti

Come si fa a non accorgersi

Che gi da qualche di tempo

 

Quando mi baciava

Lei si teneva su

E che gli ultimi bambini

Non mi assomigliavano pi

 

V in malora

Traditrice

 

E per meglio piantarmi gi

Ste due corna nel cuore

Raffinata come il diavolo

Va avanti a prendermi in gir

 

Quando dice ai miei amici

Di star tranquilli, tanto si vede

Che il pi allocco dei due

Non quello che si crede

 

V in malora

Traditrice

 

Cos adesso sti sporcaccioni

Mi voltano le chiappe

E stanno per rifare

da capo il matrimonio

 

immorale la mia ganza

Cos brava nel letto

Si mette a scambiare

Un allocco per laltro

 

V in malora

Traditrice

 

 

 

 

 

Madnna varda gi

(La Priere)

 

Per el fiolin chel moeur visin a la soa mamma

E intant i alter bagaj hinn adree a giog gi in strada;

E per el passertt ferii chel borla gi

Che senza ona reson el dev soffr e cri

Per chi l adree a mor de famm, senza parl

Madnna, varda gi.

 

Per i fioeu piccaa, el ciocch chel torna a c

Per lasen chel va adree a ciap dom legnaad

Per quej che hann faa nagtt e vegnen condannaa

Per i vergin venduu, per quej che i hann compraa

E per tucc quej che ghhann la mamma e n el pap

Madnna, varda gi.

 

Per la vggia stroncada da on pes sproporzionaa

E per el pver crist chel riesc minga a camp

Perch el po n taccass n a on amor n a on sorris

Per el cavll chel moeur e chel sent p la vos

Schisciaa dal s carrtt, schisciaa da la soa cros

Madnna, varda gi.

 

Per i quatter orizzont che hann miss in cros el mond

Per quej chhinn torturaa e moeuren de dolor

Per quej chhinn senza pe, per quej chhinn senza man

Per i malaa che trmen, sora on lettin de paja

E per i onest trattaa, compgn de la marmaja

Madonna, varda gi.

 

Per la mamma che la ved, el so fiolin guar

E per el passertt, chel po torn al s nid

Per i piant che ghhann set, bagnaa dal temporal

Per on basin perduu, per on amor trovaa

Per el barbon stremii, chel troeuva el s cent franch

Madnna, varda gi.

 

 

 

 

Madonna, guarda gi

 

 

Per il bambino che muore vicino alla sua mamma

Mentre gli altri ragazzini son dietro a giocare in strada

E per il passerotto ferito che cade gi

Che senza una ragione deve soffrire e gridare

Per chi sta morendo di fame, senza parlare

Madonna, guarda gi

 

Per i bambini picchiati, lubriaco che torna casa

Per lasino che va avanti a prendere solo legnate

Per quelli che non han fatto nulla e vengono condannati

Per le vergini vendute, per quelli che le hanno comprate

E per tutti coloro che hanno la mamma e no il pap

Madonna, guarda gi

 

Per la vecchia stroncata da un peso sproporzionato

E per il povero cristo che non riesce a campare

Perch non pu aggrapparsi n a un amore, n a un sorriso

Per il cavallo che muore e che non sente pi la voce

Schiacciato dal suo carretto, schiacciato dalla sua croce

Madonna, guarda gi

 

Per i quattro orizzonti che han messo in croce il mondo

Per quelli che son torturati e muoiono di dolore

Per quelli che sono senza piedi, per quelli che sono senza mani

Per i malati che tremano sopra un lettino di paglia

E per gli onesti trattati come fossero gentaglia

Madonna, guarda gi

 

Pe la mamma che vede il suo figlioletto guarire

E per il passerotto che pu tornare al suo nido

Per la piante che hanno sete, bagnate dal temporale

Per un bacino perduto, per un amore trovato

Per il barbone stremato, che trova i suoi due soldi

Madonna, guarda gi

 

 

 

 

Mi sont on malnatt

(Je suis un voyou)

 

Hoo perduu la trebisonda

quand hoo vist pass

la Rosetta tutta bionda

insemma al s pap:

ste savesset che donnetta

a vedela and

l'era rbba de mangiala

insemma al pap!

 

M gh'hoo ditt de la Madonna

Te seetl ritratt

ch'el Signor me le perdnna

m sont on poo matt.

 

E sel me perdnna n

el p and a ciapp i ratt

oramai sont p on gando1a

mi sont on malnatt!

 

L'era adree per and al vesper

a pregl Signor

sont andaa a sgagnagh i 1aver

per sent el savor:

La me varda tutta rossa

e la me dis t uh!

poeu la me basa la bocca

i dnn fan insc!

 

M gh'hoo ditt santa Madonna

vegn insemma a mi

ch'el Signor me le perdnna,

m pensi per m!

 

E sel me perdnna n

El p and a ciapp i ratt

oramai sont p on gandola

m sont on malnatt!

 

L'era na gran brava tosa

fresca me on sorbett

gh'hoo dervii on poo de camisa

per toccagh i tett.

La me varda de rabbiosa

e la me dis ti uh!

poeu la tr via la camisa

i dnn fan insc!

 

Gh'ho streppaa gi la sottana

l'era de velluu

ch'el Signor me le perdnna

ghe l'hoo fada p!

 

E sel me perdnna n

el p and a ciapp i ratt

oramai sont p on gandola

m sont on malnatt!

 

Hoo perduu la trebisonda

quand la mha lassa

bene, arrivederci e in gamba!

a gh' staa nient de f.

La sar giam sposada

cont on quaj terron

che la tegn sarrada in c

per salv l'onor.

 

A me resta solamente

la soddisfazion

d'avegh faa ona pastrugnada

prima d'on terron!

 

Se l Signor el disar

va ti a ciapp i ratt

el savevi giam prima,

m sont on malnatt!

 

 

 

 

Io sono un mascalzone

 

 

Ho perso la bussola

quando ho visto passare

la Rosetta tutta bionda

assieme al suo pap

Tu sapessi che donnina

a vederla andare

veniva voglia di mangiarla

assieme al pap

 

Io le ho detto: della Madonna

tu sei il ritratto

il Signore mi perdoni

io sono un po' matto.

 

E se non mi perdona

pu andare a prendere i topi

oramai non sono pi un ragazzino

io sono un mascalzone.

 

Stava per andare al vespero

a pregare il Signore

sono andato a morderle le labbra

per sentirne il sapore

Lei mi guarda tutta rossa

e mi dice Te... uh!

poi mi bacia la bocca:

le donne fanno cos

 

Io le ho detto: Santa Madonna

vieni insieme a me

che il Signore mi perdoni

io penso per me.

 

E se non mi perdona

pu andare a prendere i topi

oramai non sono pi un ragazzino

io sono un mascalzone.

 

Era una gran brava ragazza

fresca come un sorbetto

le ho aperto un po di camicia

per toccarle il seno

Lei mi guarda rabbiosa

e mi dice Te.. .. uh!

poi butta via la camicia

le donne fanno cos

 

 

Le ho strappato gi la sottana,

era di velluto,

che il Signore mi perdoni

non ce lho fatta pi!

 

E se non mi perdona

pu andare a prendere i topi

oramai non sono pi un ragazzino

io sono un mascalzone.

 

Ho perso la bussola

quando mi ha lasciato

bene, arrivederci, in gamba!

non c' stato niente da fare

Ormai sar gi sposata

con un qualche "terrone"

che la tiene chiusa in casa

per salvare l'onore

 

A me resta solamente

la soddisfazione

di averci fatto una pomiciata

prima di un terrone.

 

Se il Signore dir:

Va tu a prendere i topi!

lo sapevo gi da prima:

io sono un mascalzone.

 

 

Tromboni de la pubblicit

(Les trompettes de la renomme)

 

Mi seri bell tranquill su per la Valtravaglia

via de la confusion, foeura de la battaglia

a coltiv el m rt, a 'nd a pesc in sul lagh

dormivi in su ona amaca ligada cont el spagh

 

La casa discografica cont el suo ufficio stampa

la m'ha mandaa a ciam: ch'el senta signor Svampa

per minga and a fin de vess desmentegaa

bisgna che i giornaj seguten a parl

 

Tromboni de la pubblicit

con mi prpi gh' nient de f

 

Contra la discrezion e la bna creanza

perch mi devi d come oramai l' usanza

perch gh'hoo de cuntav con chi e in che posizion

me metti quand che cioli e rusi me on monton

 

Se proeuvi a f di nmm chiss quante signore

finissen per pass per tante sporcaccione

chiss quanti marii me vardaran de strt

e quanti vlt m pdi consideramm gi mrt

 

Tromboni de la pubblicit

con mi prpi gh' nient de f

 

Siccome che sont timid e anche riservato

forsi sont trpp modest, pu darsi complessato

ma i ball generalment ghe i e foo ved a nissun

esclus naturalment i me dnn e'l m dottor

 

E adess mi dovaria per faj contenti lor

picc coi me cojoni su la pell del tambor

oppur gh'hoo de innalzaj a m de adorazion

come quej ciorlandari che gh' in di procession

 

Tromboni de la pubblicit

con mi prpi gh' nient de f

 

'Na sciora tipo-bene che gnitant la me ciama

per invidamm in villa oppure su in montagna

la m'ha ciappaa ona sera sbattuu in sul canap

e la m'ha regalaa quajcss tutto per me

 

Adess per fa parl on quaj settimanal

gh'hoo forse mi el diritto de andala a sputtan

disend ai quatter vent e a la populazion

che la marchesa tal la mha taccaa i morpion

 

Tromboni de la pubblicit

con mi prpi gh' nient de f

 

Cos' che devi d di un padre consultivo

un padre molto eligio, fanatico sportivo

semm sempr andaa d'accordi, smm nanca mai incontraa

l l me lassa di merda e mi el lassi preg

 

M sont minga informaa sul sesso degli atleti

e tanto men sui party che fan con ricchi e preti

soo n se a Portofino fra gente molto kitch

i rubinetti d'oro si e metteven in del ghicc

 

Tromboni de la pubblicit

con mi prpi gh' nient de f

 

Ma chi prco d'on can gh'hoo de portamm in lett

per av l grand onor de and sora i gazett?

Bisgna che ona diva, quej de bellezza rara,

la ciappa in di m brasc el pst de la ghitarra

 

Per f god la gent e tutti i impresari

chi l' che p prestamm el s bell taffanari

su qual monte di Venere podi f on'escursion

na specie de scalada come fuss el Resegon

 

Tromboni de la pubblicit

con mi prpi gh' nient de f

 

Forsi per f parl la stampa scandalistica

me toccar gir con andatura ritmica

me toccar parI con l'erre molto moscia

e f ball per strada o l'una o l'altra coscia

 

Podarissi f de tutt, ma che salti oppur che donda

per famm pass per vun che sta in su l'altra sponda

el servir a nagtt, el serviss prpi a nient ormai

vess pederasta l' p insc sconvolgent

 

Tromboni de la pubblicit

con mi prpi gh' nient de f

 

E dpo sto bel gir in cerca d'ona bega

per f parl i giornaj come on quaj m collega

hoo deciduu che in fond l' mej and avanti insc

podi grattamm la panscia e cant quell che voeuj m

 

Se a vialter brava gent ve pias vegn a teater

voo avanti a f canzon, gh'hoo n bisgn di alter

se poeu ve piasen n i e metti in del cassett

e torni in su l'amaca a f i m bej sognett

 

Tromboni de la pubblicit

con mi prpi gh' nient de f

 

Tromboni della pubblicit

 

 

Io stavo bel tranquillo in Valtravaglia

via dalla confusione, fuori dalla battaglia

a coltivare il mio orto, a pescare sul lago

dormivo su un'amaca legata con lo spago

 

La casa discografica con il suo ufficio stampa

mi ha mandato a chiamare: senta signor Svampa

per non rischiare di essere dimenticati

occorre che i giornali continuino a parlare

 

Tromboni della pubblicit

con me proprio non c' niente da fare.

 

Contro la discrezione e la buona educazione

perch devo dire come ormai d'uso

perch devo raccontarvi con chi e in che posizione

mi metto quando ciulo e spingo come un montone

 

Se provo a fare dei nomi chiss quante signore

finiscon per passare per tante sporcaccione

chiss quanti mariti mi guarderanno male

e quante volte posso considerarmi gi morto

 

Tromboni. .....

 

 

Siccome sono timido e anche riservato

forse son troppo modesto, pu darsi complessato:

ma le palle generalmente non le faccio vedere a nessuno,

tranne naturalmente alle mie donne e al mio medico

 

E adesso dovrei per accontentare loro

picchiare coi miei coglioni sulla pelle del tamburo

oppure devo innalzarli a mo di adorazione

come quegli amenicoli che ci sono nelle processioni

 

Tromboni ......

 

 

Una signora-bene che ogni tanto mi chiama

per invitarmi in villa oppure su in montagna

una sera mi ha preso, mi ha sbattuto sul divano

e mi ha regalato qualcosa "tutto per me"

 

Adesso per far parlare qualche settimanale

ho forse io il diritto di andarla a sputtanare

dicendo ai quattro venti e alla popolazione

che la marchesa tale mi ha attaccato le piattole

 

Tromboni ......

 

 

Cosa devo dire di un "padre consultivo"

un padre molto eligio fanatico sportivo?

siamo sempre andati d'accordo, non ci siamo nemmeno mai incontrati

lui mi lascia dire merda e io lo lascio pregare

 

lo non sono informato sul sesso degli atleti

e tanto meno sui party che fanno con ricchi e preti

non so se a Portofino fra gente molto kitch

i rubinetti d'oro se li mettevano nel culo

 

Tromboni ......

 

Ma chi porco cane devo portarmi a letto

per avere il grande onore di andare sulle gazzette

bisogna che una diva, di quelle di bellezza rara

prenda fra le mie braccia il posto della chitarra

 

Per far godere la gente e tutti gli impresari

chi pu prestarmi il suo bel culo

su qual monte di Venere posso fare un'escursione

una specie di scalata come fosse il Resegone

 

Tromboni

 

 

Forse per far parlare la stampa scandalistica

mi toccher andare in giro con andatura ritmica

dovr parlare con l'erre molto moscia

e far ballar per strada o l'una o l'altra coscia

 

Potrei fare di tutto, ma sia che salti o che dondoli

per farmi passare per uno dell'altra sponda

non servir a niente, non serve proprio a niente

ormai essere pederasta non pi tanto sconvolgente

 

Tromboni ......

 

 

E dopo questo bel giro in cerca di una bega

per far parlare i giornali come qualche mio collega

ho deciso che in fondo meglio andare avanti cos

posso grattarmi la pancia e cantare quello che voglio io

 

Se a voi brava gente piace venire a teatro

continuo a far canzoni, non ho bisogno degli altri

se poi non vi piacciono le metto nel cassetto

e torno sull'amaca a fare i miei bei sonnellini

 

Tromboni ......

 

 

 

 

 

 

Home Page