INDIETRO

Testi con accordi

delle Canzoni Milanesi

MEN

 

 

E' tornato Barbapedana

[E.Frati-E.Sciorilli]

 

La

Con la tuba e la chitarra,

Mi7

il pastrann fatto a zimarra,

c' un ometto, un tipo strano

La

che passeggia per Milano.

 

Ed in pretto meneghino

Mi7

improvvisa bosinate,

La

ma non trova un cittadino

Si7 Mi

che si fermi ad ascoltar.

 

Sim

Strimpella scherzando

La

e narra cantando

Mi7 La

le storie del vecchio Verzee.

 

Mi7

E' tornato Barbapedana,

La

ch'el gh'aveva quel tale gil,

MI7

longh davanti e cort dedree,

La

coi saccc longh e largh ona spanna.

 

Mi7

E' tornato Barbapedana,

Do#7 Fa#m

vegnii tutte tosann a vedell,

Re La

com'on d se'l portava il gil,

Si7 Mi La

Senza el davanti e cont mingal dedree.

 

Chiede a tutti con cipiglio:

"Dove han messo il m naviglio?

El Barchett de Boffalora

anca l l' and in malora?

 

Questi cari busecconi,

con la scusa del progresso,

s'hinn pacciaa anca i bastioni

per fa s 'ti cinem !

 

E va mogio mogio

laggi il Sant'Ambrogio,

sognando il suo vecchio Milan.

 

E' tornato Barbapedana,

ch'el gh'aveva quel tale gil,

longh davanti e cort dedree,

coi saccc longh e largh ona spanna.

 

E' tornato Barbapedana,

vegnii tutte tosann a vedell,

com'on d se'l portava il gil,

senza el davanti e cont mingal dedree.

 

E' tornato Barbapedana,

ch'el gh'aveva quel tale gil,

longh davanti e cort dedree,

coi saccc longh e largh ona spanna.

 

Mai nessun forse l'ha visto

e nessuno sa dirci com',

ma san tutti che aveva il gil:

senza el davanti e cont mingal dedree.